Guide

Come Eseguire Shrink su Database Sql Server

In questa guida vi illustrerò come realizzare l’operazione di Shrink sul vostro database SQL Server per ottenere spazio sul vostro file system. La procedura è davvero semplice, ma mi raccomando… non esagerate con questa operazione! Eseguirla in modo assiduo comporta più danni che altro al vostro database.

La procedura di Shrink DEVE essere effettuata esclusivamente UNA TANTUM (per esempio in seguito ad attività straordinarie) per ridurre lo spazio occupato su file system dal database e dall’annesso file di log. Se eseguito in maniera non attenta, lo shrink della base di dati può provocare un notevole calo nelle prestazioni del database. In questa guida vi illustrerò come realizzare tale operazione sia tramite interfaccia grafica che tramite comandi SQL.

Aprite il programma SQL Server Management Studio (nella guida stiamo utilizzando Microsoft SQL Server 2008). Selezionate il database di cui volete effettuare lo shrink e cliccate con il tasto destro e scegliete il menu Attività – Compatta – Database. A questo punto verrà mostrato all’utente un riepilogo circa lo spazio occupato dal database su file system.

A questo punto, avviando l’operazione di Shrink lo spazio occupato su disco effettivamente verrà ridotto, ma bisogna stare attenti a non esagerare con tale operazione perchè il risultato che si ottiene è un indice di frammentazione altissimo. Inoltre, la compattazione genera una serie di operazioni di I/O, che occupano buona parte della CPU installata sulla macchina e danno luogo a file di log di dimensioni elevate. L’operazione di shrink potrebbe richiedere parecchio tempo (dipende dalle dimensioni del database in considerazione). Una volta terminata l’operazione, cliccando nuovamente con il tasto destro sul nostro database e selezionando il menu Attività – Compatta – Database.

Per effettuare le stesse operazioni elencate negli step precedenti via codice SQL, basterà utilizzare le seguenti istruzioni. DBCC SHRINKDATABASE (database_name | database_id | 0 [, target_percent ] [, { NOTRUNCATE | TRUNCATEONLY } ]). – Database_name è il nome del database che si desidera compattare. – Targent_percent è la percentuale di spazio he si desidera rendere disponibile nel file del database dopo la compattazione. – NOTRUNCATE/TRUNCATEONLY per specificare se eseguire o meno alcuno spostamento di pagine all’interno del file di dati e di log del database selezionato.

Guide

Come Cifrare un Testo

Se hai bisogno di inviare una mail a qualche tuo compagno di classe od ad un collega di lavoro, ma nel testo sono presenti delle informazioni fin troppo personali, significa che devi proteggere il file prima che qualcuno intercetti l’email e legga le tue cose. Ma come potresti fare? Semplice, leggendo la mia guida su come cifrare un testo tramite un programma chiamato BCTextEncoder.

Esso è un servizio totalmente gratuito disponibile per i computer con sistema operativo Windows. Risulta essere facile da usare e ti dà modo di criptare e decriptare un testo inserendo una password a tua scelta. Detto questo, recati nel sito ufficiale del programma al link Jetico.com e premi sul pulsante blu a destra con la voce Download per scaricarlo sul tuo PC.

Per cifrare un testo dovrai solamente inserire il testo che hai intenzione di criptare sotto la voce Decoded plain text che trovi situata nell’interfaccia iniziale di BCTextEncoder. Una volta che hai finito di scrivere, non devi far altro che premere sul pulsante Encode ed avrai il tuo testo criptato. Infine, scrivi la password che vuoi usare per proteggere il messaggio, clicca su Confirm e poi su OK.

In un attimo vedrai apparire una lunghissima striscia di caratteri incomprensibili sotto la voce Encoded text. Quello è il tuo testo criptato! Ricordati di inserire la password del messaggio quando scriverai la mail al tuo contatto, altrimenti si troverà davanti quell’elenco interminabile di termini sconosciuti e non capirà niente.

Guide

Come Cifrare una Mail

Le hai provate tutte sul computer, ma i tuoi parenti continuano a ficcare il naso tra le tue email. Dovresti cambiare casa? Mettere la password al PC? No, esiste una soluzione molto più semplice che ti permette di risparmiare tempo e soldi. Sto parlando di un programma chiamato Comodo SecureEmail in grado di farti vedere come cifrare email in pochi passi. Sei pronto a scoprire come si fa?

Il primo passo per cifrare email è quello di scaricare il programma in questione. Pertanto, recati nel sito web ufficiale che trovi al link Comodo.com e fai clic sul pulsante Free Email Certificate Sign Up Now che trovi al centro della pagina. Per poter eseguire il download di Comodo SecureEmail bisogna essere registrati al portale, quindi sei costretto a compilare il modulo di iscrizione che ti viene proposto.

Una volta che hai installato il servizio nel tuo computer devi procedere con la configurazione del certificato che ti è stato inviato dal programma. Apri il tuo account di posta elettronica (deve essere lo stesso indirizzo email che hai digitato al momento dell’iscrizione) e clicca sul pulsante con la voce Click & Install Comodo Email Certificate che trovi all’interno della mail.

Se non riesci a visualizzare il testo in modo corretto, ti consiglio di aprire l’email usando il browser Internet Explorer. Non appena compare una barra gialla in alto sullo schermo, clicca prima sulla voce Esegui controllo ActiveX e poi nuovamente su Esegui. Conferma le operazioni cliccando su Sì per tre volte consecutive et voilà, sei riuscito ad installare il certificato scelto per te da Comodo SecureEmail.

Ora che hai terminato con la configurazione devi assicurarti che le modifiche vadano in porto. Riavvia il computer, apri Comodo SecureEmail e premi su Avanti e poi su Fine. Se i tuoi amici non dispongono di questo programma devi usare un certificato usa e getta. Per farlo apri Comodo Email Configuration, scegli la voce Security, clicca su Custom level e metti il segno di spunta accanto a Encrypt with Single-Use Certificates if a certificate cannot be found.

In questo modo, i tuoi amici riceveranno il messaggio con l’email cifrata ma non solo, perché riceveranno anche i metodi che gli consentono di decriptare il messaggio. Non dovranno far altro che seguire la procedura guidata e scopriranno cosa gli hai scritto. Adesso i tuoi parenti non potranno più ficcare il naso nel tuo account di posta elettronica.

Guide

Come Chiudere un Gruppo Facebook

Avevi creato quel tuo gruppo personale su Facebook con tanto entusiasmo, ma ormai son giorni e giorni che nessuno pubblica più nulla. Forse è il caso che scopri come chiudere un gruppo su Facebook, in modo tale da eliminarlo in maniera definitiva. Le operazioni da seguire non sono semplicissime dato che il social network le tiene un po’ nascoste, ma adesso vedremo passo dopo passo come si fa.

Per chiudere un gruppo su Facebook dovrai prima cancellare tutti i componenti di esso, poi rimuovere te stesso ed infine il gruppo si cancellerà in maniera del tutto automatica. Questa procedura può essere fatta solamente dagli amministratori, per cui se sei un semplice componente non hai la possibilità di far ciò che sto per mostrarti.

Apri la pagina del gruppo da cancellare su Facebook e, tramite la barra laterale che trovi a sinistra, premi su Mostra tutti per vedere i membri che fanno parte dello stesso. Quando si aprirà l’intero elenco vedrai i nomi dei componenti, quindi clicca sulla piccola x che trovi a destra di ogni membro e premi su Conferma per applicare i cambiamenti al gruppo.

Adesso che hai rimosso i membri, torna nella pagina principale del gruppo e fai clic sull’icona a forma di ingranaggio per aprire le impostazioni relative. Per concludere le operazioni scegli la voce Abbandona il gruppo e conferma il tutto tramite Elimina gruppo. La guida per cancellare un gruppo su Facebook è terminata.

Guide

Come Aprire Bed and Breakfast

La figura dei Bed and Breakfast, si sta sempre più diffondendo nel nostro paese, è sicuramente un’attività che può essere gestita anche da persone che non hanno una particolare esperienza nel settore alberghiero. In base a quanto riportato in questa guida su Fieradelavoro.com è uno dei migliori settori del momento. Ma ecco una guida semplice ed utile, per chi vuole intraprendere questa attività.

Per aprire un Bed and Breakfast, dovrai prima presentare la domanda di inizio attività all’Ufficio turistico del Comune di residenza. Nella domanda, dovrai allegare le certificazioni che riguardano la struttura, i servizi offerti, i periodi di apertura e i prezzi che dovranno essere esposti. La presenza degli ospiti dovrà essere dichiarata, presso l’ufficio di pubblica sicurezza e a quelli provinciali per i rilevamenti dell’Istat.

L’apertura di un Bed and Breakfast deve rispettare alcuni parametri per quanto riguarda le strutture. Infatti, non è possibile mettere a disposizione degli ospiti più di tre camere, con un bagno per camera o in comune. Il soggiorno dev’essere condiviso con i proprietari.
Per potere iniziare l’attività, la struttura deve avere i giusti requisiti di abitabilità.

Comunque le norme variano da regione a regione e possono essere più o meno restrittive. In generale, è fissato un numero massimo di giorni all’anno in cui si possono accogliere persone, e dovrà esserci un’interruzione di almeno 90 giorni, anche non consecutivi, dell’attività, è fissato anche un periodo massimo per la singola locazione.