Guide

Come Controllare gli Accessi Tramite il Router

Bloccare di default l’accesso alla rete (e quindi a Internet) di qualsiasi nuovo dispositivo ha una serie di vantaggi. Primo, si aumenta la sicurezza dell’intera infrastruttura, impedendo che qualche hacker o semplicemente un buontempone si colleghi al nostro router WiFi e faccia i propri comodi. Secondo, si impedisce che amici o compagni di scuola dei propri figli portino uno smartphone o un tablet in casa e accedano a Internet in modo incontrollato. Terzo, tali dispositivi potrebbero essere portatori di virus o malware in grado di diffondersi sugli altri client connessi. Quarto, si può impedire che taluni dispositivi fonte di distrazione e poco controllabili (smart Tv, console per videogiochi) accedano a Internet. Impedire di default la connessione e abilitare a mano i dispositivi “sicuri” può essere noioso, ma i router Wi-Fi recenti permettono questa operazione con un click.

La procedura generale è la seguente: sul proprio router bisogna trovare la voce che inibisce l’accettazione automatica dei nuovi dispositivi. Attivata questa, si va a vedere nella mappa della rete locale quali sono i dispositivi che hanno tentato l’accesso; da qui si possono abilitare quelli consentiti. Tale operazione va ripetuta ogni volta che si acquista o si configura un nuovo dispositivo. Su altri modelli di router potrebbe essere necessario prima collegare tutti client, in seguito disattivare la connessione automatica e abilitare quelli consentiti. Dopo tale operazione, si avrà una rete “chiusa” e inaccessibile da parte di qualsiasi dispositivo nuovo o sconosciuto.

In genere i dispositivi sono identificati tramite un nome abbastanza chiaro, a seconda di quanto user-friendly sia il sistema operativo del router. Non dovrebbe essere più necessario lavorare direttamente sui Mac Address come si faceva una volta (il Mac Address è un indirizzo esadecimale che identifica in maniera univoca un chip di rete). Se non trovate la mappa di rete, provate ad andare nella pagina di configurazione del server Dhcp per la rete locale, qui dovrebbe esserci l’elenco dei dispositivi. Il server Dhcp provvede ad assegnare automaticamente indirizzi Ip, gateway e Dns ai dispositivi che si collegano alla rete locale via Wi-Fi o via cavo Ethernet. È una buona idea indicare al server Dhcp che deve assegnare sempre lo stesso indirizzo Ip a un dato dispositivo; in questo modo ci si pone al riparo da cambi di indirizzo che possono accadere nel tempo (l’assegnazione di un Ip via Dhcp è momentanea) e si avrà la certezza di poter identificare un client con un indirizzo Ip univoco. Evitare di assegnare a mano gli Ip per non complicarvi le cose e per evitare modifiche manuali lato client, operazione spesso possibile con un po’ di scaltrezza.

Se il vostro router è un po’ datato e l’unica cosa che vi mostra sono i Mac Address in formato esadecimale, potete identificare i dispositivi inserendo le prime tre cifre in un motore di ricerca come Macvendors. L’indirizzo va inserito nel formato AA:BB:CC (oppure AA-BB-CC) e si avrà il nome del produttore del dispositivo in rete. Un’altra possibilità, meno invasiva ma molto meno sicura, è lasciare libero il collegamento alla rete e bloccare solo alcuni dispositivi, creando di fatto una black list. Si utilizza la stessa modalità d’azione descritta poc’anzi e può essere utile se si vuole inibire solo gli oggetti a disposizione dei propri figli.

Guide

Come Togliersi da un Gruppo su Facebook

Ti sei iscritto ad un gruppo su Facebook perché c’era qualche tuo amico ad amministrarlo, ma ora lo hanno rimosso e non vuoi più farne parte? La procedura per togliersi da un gruppo su Facebook è abbastanza semplice e richiede pochi passaggi. In questo modo potrai uscire dal gruppo e non farne più parte, eliminando l’iscrizione che gli avevi dato in precedenza. Vediamo come si fa seguendo questa guida.

La prima cosa da fare è eseguire l’accesso a Facebook. Collegati nel sito web ed inserisci il tuo indirizzo email e la password, poi clicca sul pulsante Accedi che trovi situato accanto e fai clic sul logo del social network per entrare nella News Feed. Adesso passa alla pagina principale del gruppo di Facebook da cui vuoi toglierti (se non riesci a trovarlo, scrivi il nome del gruppo nella barra di ricerca in alto).

Una volta che hai trovato il gruppo, fai clic sul suo nome per accedere alla pagina principale di esso. Quando sei entrato, premi sull’icona dell’ingranaggio che trovi posta in alto a destra nel sito che rappresenta le impostazioni di Facebook. Quando vedi che appare il menù a tendina, devi far clic sulla voce Edit Group Settings e poi su Closed per toglierti da quel determinato gruppo del sito.

Ma potrebbe esserci un inconveniente che ti costringe a fare una procedura diversa. Se vuoi rimuoverti da un gruppo di Facebook, ma tu sei anche l’unica persona iscritta in quel momento, fai clic sull’icona dell’ingranaggio che trovi sotto il nome del membro di un gruppo e seleziona la voce Rimuovi da Gruppo dal menù che appare e metti il segno di spunta vicino alla voce Delete Group.

Facebook ti chiederà anche se vuoi eliminare il suddetto gruppo. Se sei l’amministratore puoi cliccare su Sì, altrimenti dovrai necessariamente far clic sul pulsante No e lasciare il gruppo intatto, nonostante non abbia neppure un membro iscritto. Ti ricordo che se sei l’amministratore, oltre a rimuovere la tua iscrizione puoi anche togliere quella dei membri del gruppo.

Guide

Come Tradurre File PDF

Hai appena ricevuto un documento in formato PDF e lo hai scaricato nel tuo computer. Non appena lo hai aperto, ti sei accorto che il file era in lingua inglese ed hai prima bisogno di tradurlo. Ma quale servizio bisogna utilizzare per tradurre file PDF online? In rete se ne trovano veramente tanti che ti permettono di far questo in un attimo, così andiamo a scoprire insieme i siti web migliori per effettuare questo genere di procedura.

Il servizio migliore di traduzione è senza ombra di dubbio quello di Google. Collegati nel portale di Google Traduttore e, nel campo di testo che vedi a sinistra, incolla l’intero documento PDF in lingua inglese. Se non si trattasse di inglese, bensì di un’altra lingua, fai clic sulla freccia rivolta verso il basso e seleziona la lingua che ti occorre (in alternativa puoi far clic su Rileva lingua).

Fatto questo, premi sul pulsante Traduci che trovi a destra ed il gioco è fatto. Se ancora il PDF non si traduce in maniera corretta, ricordati di selezionare la lingua italiana dal menù. Ma se invece volessi tradurre file PDF automaticamente? In questo caso, il servizio che ti consiglio di utilizzare prende il nome di PDF Multilizer. Si tratta di un ottimo strumento che traduce i PDF facilmente!

Il Traduttore PDF di Multilizer traduce i vostri documenti PDF in dozzine di lingue differenti. Con pochi clic otterrete documenti PDF tradotti con tutte le immagini, le tabelle e i diagrammi della versione originale. Potete inoltre salvare il vostro documento tradotto in diversi formati di file. Il Traduttore PDF di Multilizer è estremamente facile da utilizzare: Dovete solo scegliere il file di partenza e le lingue e lasciare che il Traduttore PDF faccia il resto automaticamente.

Guide

Come Testare un Hard Disk

Da qualche giorno hai notato che le prestazioni offerte dal tuo PC sono calate in modo drastico. La tua prima idea è stata di controllare che non ci fossero virus ed hai eseguito una scansione con il tuo antivirus di fiducia. Dato che non hai rilevato alcun problema, ma la situazione non è affatto migliorata, forse è il caso che scopri come testare un hard disk con HDDScan.

HDDScan è un software gratuito compatibile con tutti i computer con sistema Windows. Non necessita di alcun tipo di installazione ed è facilissimo da usare. Grazie ad esso hai la possibilità di controllare lo stato attuale degli hard disk presenti nel computer e di monitorare qual è la situazione precisa, assicurandoti che non ci siano problemi di nessun genere.

HDDScan è una utility in versione freeware per la diagnostica del disco rigido (array RAID, unità Flash USB e SSD sono supportati). Il programma può testare un dispositivo di archiviazione per errori (Bad-blocchi e settori danneggiati), mostra gli attributi SMART e modifica alcuni parametri HDD come AAM, APM, ecc.

HDDScan può essere utile per eseguire il normale “test di salute” per l’unità e prevedere la sua degradazione, in modo da essere in grado di prevenire la perdita dei dati e di fare backup il dei file prima di perdere le tue foto, i video, i film, le canzoni ed i documenti senza neppure avere una copia in un altro PC o su una chiavetta USB.

Inoltre, il software può essere utilizzato come monitor per la temperatura del disco rigido e lettura / scrittura del grafico delle prestazioni che viene visualizzato per ogni test. Per scaricare questo incredibile strumento per testare un hard disk, collegati nel sito web al link HDDScan.com e fai clic sul pulsante Download situato al centro della pagina.

Una volta scaricato, clicca due volte sul file HDDScan.exe e scegli Esegui come amministratore. Seleziona l’hard disk che intendi analizzare dal menù Select Drive e premi su Smart. Per valutare le prestazioni del tuo hard disk, apri la scheda Tasks e clicca su Surface test. Metti il segno di spunta accanto alla categoria a cui vuoi sottoporlo e clicca su Add Test per iniziare.

Non appena il test è terminato, puoi dare un’occhiata al grafico delle prestazioni aprendo la schermata Graph. Se invece vuoi visualizzare una mappa degli errori premi su Map, oppure fai clic su Report per leggere l’intero rapporto in cui sono presenti gli errori che ha individuato HDDScan. Per sistemarli, usa il pulsante Scan Disk ed il gioco è fatto!

Siti

Come Tagliare una Foto Online

Hai bisogno di caricare una foto sui tuoi vari account dei social network ma ti sei accorto che c’è un pezzo di immagine che non ti piace? Che ne dici di ritagliarla allora? Lo so, non sei un grande esperto di grafica, ma per eseguire un’operazione così semplice non hai neppure bisogno di installare programmi come Adobe Photoshop o The Gimp. Basta usare delle applicazioni online!

Il sito web che ti consente di scoprire come tagliare una foto online prende il nome di Cut My Pic. Come puoi intuire dal suo nome, permette di ritagliare un pezzo di una immagine in maniera semplice e veloce. L’unica cosa che dovrai fare è caricare la foto in rete e, in pochi passi, sarai in grado di tagliare ciò che ti pare e piace. Ecco quali sono i passaggi da compiere.

Per tagliare una foto online collegati nel sito CutMyPic.com e fai clic sul pulsante Scegli File che trovi in basso, poi premi su Go per effettuare l’upload del file in questione. A questo punto apparirà l’anteprima dell’immagine che hai selezionato tu. Per tagliarla sono presenti una serie di opzioni, pertanto dovrai scegliere quella che più fa per te.

Ti vengono proposte le dimensioni precise della foto sotto forma di pixel e puoi decidere di cambiarle inserendo dei nuovi valori. Con la sezione Round The Corners puoi decidere di tagliare gli angoli della foto in quattro modi differenti, mentre gli altri effetti servono per aggiungere un contrasto, inserire una cornice, cambiare la luminosità e tanto altro.